Come scegliere un tour sulla Grande Barriera Corallina

Una volta arrivati sulla East Coast siamo stati letteralmente investiti dalle infinite opzioni disponibili per visitare la Grande Barriera Corallina e decidere non è stata cosa facile. Volevamo fosse un’esperienza unica, scegliere un tour quanto più possibile rispettoso di questo delicato ecosistema e non spendere un occhio della testa. Alla fine abbiamo fatto qualche errore ma anche scoperto delle chicche interessanti.. Per questo abbiamo deciso di scrivere un articolo che vi aiutasse nella scelta e che vi facesse risparmiare un po’ di tempo!

snorkelling a Green Island

Prima di tutto cosa volete vedere?

La grande Barriera Corallina è una meraviglia naturale formata da 2.900 barriere più piccole e 900 isole, che si estende per 2.300 km. La prima cosa da fare è capire che cosa volete vedere e scegliere tra le infinite possibilità.

La Barriera Corallina Esterna

E’ la barriera di corallo vera e propria e, passatemi il termine, “la classica escursione”. Le città più vicine da cui raggiungerla sono sicuramente Cairns e Port Douglas e i tour partono da escursioni di una giornata fino a overnight in barca per fare immersioni o snorkelling di notte!

Nemo Lady Elliot Island

Le isole

Le isole sono state indubbiamente le escursioni più belle che abbiamo fatto in Australia e lasciano decisamente più flessibilità rispetto ad un tour organizzato. Potete fare snorkelling quando volete direttamente dalla spiaggia, ma anche rilassarvi e prendere il sole senza che nessuno vi dica che è ora di andare. Tra queste segnaliamo le Whitsundays che noi abbiamo visitato con un’escursione in barca a vela da Airlie Beach, Fitzroy Island vicina a Cairns e Keppel Island, un’isola che si raggiunge da Rockhampton e che al momento è ancora piuttosto economica. A Keppel Island potete pernottare in ostello ed andare a fare snorkelling quando ne avete voglia (c’è un piano di costruzione di diverse strutture turistiche approvato, quindi questo paradiso non durerà a lungo).

Gli atolli corallini

Gli atolli corallini sono isole formate da coralli in fondali non troppo profondi. Con la barriera  che praticamente li circonda, sono la più spettacolare esperienza che possiate fare. Green Island è uno dei tour più economici, si raggiunge facilmente da Cairns in giornata ed avete una possibilità molto alta di vedere reef shark e tartarughe; un’escursione simile si può fare alle Low IslandScendendo lungo la Est Coast un altro paradiso è Lady Masgrove, un atollo a mezzaluna che raggiungete con un tour in giornata da Town 1770 e Lady Elliot Island, il più costoso tour che abbiamo fatto in Australia, ma anche il più spettacolare. L’isola è completamente circondata da corallo e la vita marina dei fondali è davvero impressionante, tra cui un numeroso gruppo di mante che risiede intorno all’isola tutto l’anno!

L'isola di Lady Elliot sulla Grande Barriera Corallina

Come scegliere l’operatore giusto

Il grosso errore che abbiamo fatto è stata la scelta per il tour in giornata alla Grande Corallina Esterna. Non menzioneremo per correttezza di chi stiamo parlando, ma trovate il dettaglio della nostra disavventura leggendo questo post. Per evitare di fare il nostro stesso errore:

  • Scegliete piccoli operatori locali

Le “compagnie leader” che organizzano tour sulla Grande Barriera Corallina sono moltissime e spesso offrono prezzi competitivi, ma anche un’attenzione e un servizio peggiori. Se scegliete una grossa nave, le guide non avranno tempo di stare dietro a tutti e di spiegare con attenzione le specie marine che è possibile avvistare. Per la Barriera Corallina Esterna, noi abbiamo scelto una barca enorme e non abbiamo ricevuto nessun tipo di attenzione. Per questo abbiamo optato poi per una giornata in barca a vela con un ristretto numero di persone per visitare le Whitesunday e abbiamo scelto una piccola compagnia a gestione famigliare, la Freedom Whale Watchper avvistare le balene ad Hervey Bay (il buffet con dolci fatti in casa erano da leccarsi i baffi e l’equipaggio attento e disponibile).

In bara a vela tra le whitSundays Islands

  • O Snorkelling o dive

Diversi operatori offrono tour durante i quali è possibile fare sia immersioni che uscire solo con boccaglio e maschera. Anche in questo caso l’attenzione sopratutto nei confronti di chi fa snorkelling sarà ridotta, per cui è meglio scegliere un tour specializzato in una o nell’altra attività.

  • Cercate la certificazione Eco

La Great Barrier Reef è il più grande ecosistema di barriere coralline del mondo, casa di 1500 specie di pesci, 400 di coralli oltre che di moltissimi animali a rischio di estinzione come tartarughe e dugonghi. La Barriera è costantemente sottoposta a pressioni che stanno causando lo sbiancamento e la morte dei coralli. Tra questi il cambiamento climatico, l’Logo della certificazione ecoattività industriale, le lecrown-of-thorns stelle marine che si nutrono di corallo e il turismo. Scegliere quindi un operatore che minimizza l’impatto su questo prezioso patrimonio umano è un dovere. Per verificarlo cercate il simbolo di Eco certificazione sul sito internet della compagnia scelta o verificatelo nella lista messa a disposizione dall’associazione no profit Ecotourism Australia.

Qualche trucco per risparmiare

Risparmiare in Queensland è impresa tutt’altro che facile, ma qualche trucchetto per viaggiare low cost lo abbiamo imparato anche noi:

Cercate promozioni su BookMe!

Bookme è un sito che permette di prenotare tour a un prezzo ridotto. Se date un’occhiata con un certo anticipo potete trovare della ottime occasioni. Lo stesso sito è disponibile per la Nuova Zelanda.

Pacchetti per tour multipli

Moltissimi operatori offrono degli sconti nel caso si partecipi a più di un tour (ad esempio Freser Island + Whale Watch + Barriera Corallina). Tra questi famoso tra i backpacker è Peter Pan Adventure, ma noi abbiamo trovato più interessanti le offerte di The Adventure Free Tour (un sito che aggrega offerte di singole compagnie). I prezzi di quest’ultimo sono onesti, applicano sconti in caso di tour multipli e offrono pagine di comparazione delle opzioni disponibili che fanno risparmiare parecchio tempo nella ricerca.

Offerte Last minute

Se avete tempo e nessuna fretta, potete anche a provare a recarvi direttamente nella città da cui partono i tour dove spesso dei commerciali in strada vendono offerte last minute per escursioni che partono il giorno successivo.

Ora siete pronti per cominciare la vostra ricerca, se avete bisogno di consigli scriveteci nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *