Come scegliere lo zaino da viaggio perfetto

Se avete deciso di partire per un viaggio zaino in spalla, allora la scelta più importante da fare sarà quella del backpack appunto! Uno zaino troppo grande rischia di aumentare il peso che vi porterete dietro inutilmente, mentre uno troppo piccolo non vi permetterà di farci entrare nulla.

In un anno di viaggio ne abbiamo visti di tutti i colori, misure e tipi e dopo aver imparato anche dai nostri stessi errori, ci sentiamo di potervi dare delle valide dritte per la scelta del backpack!

Zaino da Viaggio

Regole base per scegliere lo zaino da viaggio

Prima di passare alle caratteristiche tecniche che un buon backpack dovrebbe avere, ci sono dei principi base grazie ai quali potrete comunque restringere la scelta tra le centinaia di opzioni disponibili.

Less is better

Questo è il principio fondamentale su cui basare la scelta del backpack meno è meglio! Quindi più piccolo sarà lo zaino, meno sarete invogliati a portare con voi cose inutili. Non c’è molta differenza nel preparare uno zaino per un viaggio di un mese da quello di un anno. Sapete perché? Perché i vestiti si possono lavare, buttare, ricomprare e anche scambiare, esattamente come fareste a casa! Noi abbiamo acquistato diversi vestiti di seconda mano (come caldi maglioni nella fredda Nuova Zelanda per pochi dollari) ed è stato anche parecchio divertente cambiare abbigliamento adeguandoci alle usanze del paese che visitavamo (mai sentito parlare degli hippy pants in Thailandia?).

Non risparmiate troppo

Potete risparmiare sui voli, alloggi, noleggio dell’auto ma non troppo sullo zaino. Anche se non è necessario acquistare il più costoso in commercio, la qualità del materiale è davvero importante, dato che dovrete portarlo sulle spalle per molto tempo. Quindi puntare su marche specializzate in viaggi o escursioni potrebbe essere un ottimo investimento. I più diffusi e conosciuti sono Osprey, Deuter, Ferrino, Salewa, alcuni modelli Quechua di Decathlon sono ottimi e Rei, un brand americano che consegna anche in Europa.

Le proporzioni

Durante il nostro anno di viaggio ne abbiamo viste di tutti i colori ma soprattutto di tutte le dimensioni. Lo zaino dovrebbe tenere in conto prima della quantità di cose che deve contenere, del vostro peso, altezza e proporzioni. Quindi ad esempio se siete alti 1.60 cm come me, uno zaino da più di 55L può rivelarsi davvero una condanna. Per viaggi a lungo termine non dovrebbero superarsi i 55L per le donne e i 60L per gli uomini in totale, contando quindi sia il corpo dello zaino che l’eventuale zainetto per la macchina fotografica o per altri accessori. Credeteci, saranno più che sufficienti. Altrimenti rischiate di finire come Sheryl del film Wild con il suo zaino “Monster” (consigliatissimo il film ma anche il libro).

Il backpack di Cheryl del film Wild

Photo credit © Fox Searchlight

Cosa dovrebbe avere uno zaino di qualità

  1. Cerniere con lucchetto. Alcuni zaini specialmente quelli a “pozzetto”, non possiedono cerniere che possono essere chiuse con dei lucchetti. Il che va bene se andate a fare un’escursione di qualche giorno, ma è del tutto sconsigliato per motivi di sicurezza se viaggiate zaino in spalla per molto tempo, soprattutto se dormite nei dormitori e negli ostelli. Uno zaino è sicuro solo se tutti gli scompartimenti o quasi possono essere chiusi a chiave.
  2. Multi tasche interne. ll vostro zaino conterrà una miriade di cose differenti. Avere alcuni scompartimenti interni per tenere separati documenti, cavi, o vestiti sporchi è davvero indispensabile e vi aiuterà anche a trovare le cose facilmente.
  3. Waterproof. E’ importante che lo zaino sia resistente all’acqua per evitare in caso di pioggia di trovarsi tutti i vestiti bagnati. Molti backpack sono anche dotati di borsa impermeabile per ricoprirli, in alternativa potete acquistarla separatamente.
  4. Sostegno rigido per la schiena (scheletro di metallo). Negli anni ’70 questo sostegno era esterno (come quello che vedete nella foto sopra). Oggi però la maggior parte dei backpack di una certa qualità ce l’hanno invisibile interno. Aiuta a distribuire uniformemente il peso sulla schiena e a mantenere una postura corretta.
  5. Cintura per supporto lombare e spalline regolabili. Idem come sopra la cintura serve a caricare il peso su fianchi e ad alleggerire il lavoro di spalle e cervicale. Alcuni zaini sono dotati anche di tasche interne comode per inserire oggetti che avete bisogno di avere spesso a portata di mano. Le spalline aiutano ad adattare lo zaino alla vostra altezza soprattutto nel caso di modelli unisex.
  6. Cinghie di compressione. Le cinghie aiutano a comprimere il contenuto e diminuire le dimensioni per farlo entrare magari nelle misure del bagaglio a mano o semplicemente farlo chiudere. Quello che abbiamo scelto noi (leggete sotto) ha sia quelle interne che esterne.

Piccola parentesi, per scoprire tutta la nostra attrezzatura fotografica e non, date un’occhiata al nostro travel shop!

Scopri il nostro shop!

Modelli principali degli zaini da viaggio

Zaino da viaggo

In commercio ci sono backpack davvero per qualsiasi uso,  ecco i principali:

  • Zaino da Trekking, normalmente con apertura dall’alto. Sono comodi per le escursioni in montagna dato che sono dotati di scompartimenti e cinghie per inserire praticamente qualsiasi accessorio utile per poi accamparsi, ma sono scomodi per viaggiare dato che le cinghie possono incastrarsi facilmente al nastro per i bagagli e per accedere ai vestiti bisogna necessariamente svuotare tutto, ogni volta. Moltissimi backpacker comunque li usano dato che sono normalmente comodi da trasportare grazie alla cintura e alle spalline belle imbottite, e alcuni modelli sono dotati di zip nella parte anteriore per facilitarne l’accesso. Per le cinghie si può risolvere con la cover per la pioggia.
  • Zaini da viaggio, con apertura a valigia. A nostro avviso sono i più comodi per spostarvi tra bus, treni, aerei o traghetti. E’ molto semplice accedere a tutto il bagaglio senza incasinarlo, le cinghie di solito sono solo di compressione e creano meno problemi che quelle di uno zaino da trekking al momento dell’imbarco.
  • Zaini da viaggio con daypack. Questi modelli sono dotati di uno zainetto extra che è possibile utilizzare per le escursioni in giornata e tramite zip agganciare allo zaino principale. Sono comodi ma dipendendo dalla dimensione possono disequilibrare il peso.
  • Zaini Ibridi, con le rotelle. Sono modelli da viaggio dotati di ruote che all’occorrenza possono essere trascinate come un normale trolley. Sono comodi perché permettono di essere utilizzati come un normale zaino o trascinati come una valigia. Il contro è che ovviamente a causa della struttura pesano di più e non sono proprio ergonomici.

Il nostro Zaino da viaggio

Lo zaino da viaggio osprey

Dopo diverse ricerche noi abbiamo optato per il Farpoint 55L di Osprey. Lo zaino è composto dal corpo principale di 40L più un daypack da 15L con tasca per contenere un pc fino a 15″. Abbiamo usato la borsa principale per vestiti, scarpe e accessori vari e lo zainetto per documenti e tutta l’attrezzatura elettronica. Per bilanciare il peso e tenere sotto controllo le cose di valore, è possibile agganciare il daypack davanti, davvero utile in alcuni paesi! L’apertura dello zaino a valigia è molto comoda, si accede a tutto lo zaino senza mandare tutto all’aria ogni volta che serve. E’ dotato di una copertura aggiuntiva che permette di chiudere con una zip le spalline in modo che le cinghie non si incastrino nei nastri degli aeroporti, ha due comodi manici per spostarlo agevolmente a mano quando serve e tutte le caratteristiche tecniche che ho elencato sopra. Materiale ovviamente waterproof e il modello S/M può entrare nel bagaglio a mano.

Acquista subito il tuo zaino!

Abbiamo usato lo zaino a pieno regime in Thailandia (lo abbiamo portato con noi per tutto l’anno ma in Australia giravamo con il van, mentre in Nuova Zelanda con la nostra mitica auto tenda quindi mai sulle spalle) e si è rivelato perfetto per i continui spostamenti tra aeri, bus e navi. Le misure possono sembrare troppo ridotte, ma per noi erano perfette per spronarci a non portare troppe cose. Tra un paese e l’altro infatti abbiamo buttato, comprato, regalato vestiti che ci servivano a seconda del clima e sono sempre entrati senza problemi negli zaini. Ha un paio di difetti che dobbiamo però segnalare: le spalline sono un po’ sottili e a volte danno fastidio sulle scapole e la misura M/L era troppo lunga anche per Pietro che è 1.80 cm. Ad ogni modo lo ricompreremmo e verrà con noi nel prossimo viaggio zaino spalla!

36 commenti riguardo “Come scegliere lo zaino da viaggio perfetto”

  • Mattia ha detto:

    Io dovrei partire a Novembre per un viaggio di 4 mesi tra Tailandia, Cambogia, Laos e Vietnam e sto cercando di capire quale misura di zaino potrebbe essere più adatta a me, ragazzo di 22 anni di 1.80 metri di statura.
    Grazie in anticipo

    • La Vale ha detto:

      Hola Mattia,
      noi per 3 mesi di viaggio tra Nuova Zelanda e Thailandia abbiamo portato un 55 Litri ed è stato sufficiente. Dei ragazzi incontrati poi in Australia avevano lo stesso zaino (Farpoint 55L) e lo hanno usato 4 mesi in Australia.. Secondo me 55 l vanno bene senza contare che lungo il cammino farai lavatrici quando ti serve.

  • Mara ha detto:

    Ciao,
    innanzi tutto complimenti per il blog davvero bellissimo e ben organizzato.
    Volevo chiedervi un consiglio, ieri mi hanno regalato uno zaino da trekking da 70+10 lt.
    Sono una ragazza e devo fare un viaggio on the road in Sri Lanka starò via circa 18 giorni,
    non sono convinta però che lo zaino sia adatto o meglio non so se poi risulterà troppo pesante ed è meglio prenderne uno da 50+10.
    Potete aiutarmi??
    Grazie mille,
    complimenti ancora.
    un bacioooo
    Mara

    • La Vale ha detto:

      Ciao Mara,
      io cambierei lo zaino con un 50+10 che è più che sufficiente per 18 giorni. Un 70+10 rischi di maledirlo tutto il viaggio! Noi con un 40+15 ci abbiamo fatto un mese e mezzo in Thailandia e per il mio prossimo viaggio nelle Filippine di 16 giorni porterò lo stesso.

  • carola ha detto:

    Ciao! Finalmente ho trovato un blog ben organizzato sull’argomento *-* Dovrò partire molto presto per 15 giorni in Germania e dovendo trasportare materassino isolante, sacco a pelo e vestiti cerco uno zaino adatto che si bossa anche portare come bagaglio a mano su in aereo, cosa mi consiglieresti? Ho guardato la linea Osprey Tempest ma ho paura che Lufthansa faccia problemi per le dimensioni..
    Inoltre, in campeggio di solito tu usi qualche tipo di cuscino?

    Grazie mille da ora 🙂

    • Sara ha detto:

      Hola Carola!
      Valeria è in ferie senza molto accesso alla connessione in questi giorni, appena riesce a leggere comunque ti risponderà. Io personalmente ho viaggiato spesso con lo zaino come bagaglio a mano (ho un 50l della Quechua) e sulle compagnie di linea non mi hanno mai fatto problemi. Ti consiglio però di dare sempre un’occhiata alle limitazioni indicate sul biglietto.
      Io sono molto selvaggia e come cuscino per il campeggio di solito uso il sacco del sacco a pelo ripieno di vestiti…sicuramente Valeria saprà darti qualche indicazione più “civilizzata” 😛
      A presto!

  • Giovanni ha detto:

    Ciao complimenti per il blog! A fine anno partirò per l’Australia per 1/2 anni e anche se pensò girerò maggiormente nelle città avrei optato per uno zaino preferibilmente apertura frontale a valigia… dai vari commenti su internet avrei optato per Osprey Farpoint 70 lt perché ho paura che il 55 sia piccolo… mi piaceva anche lo zaino Melbourne che vendono su Amazon ma è un 40 lt e appunto ho paura sia piccolo e non so quanto sia resistente oppure lo zaino Marines della carbon fiber 365 che è un 50 lt… tu cosa mi consiglieresti? Grazie

    • La Vale ha detto:

      Hola Giovanni,
      noi abbiamo solo provato l’Osprey da 55 litri con cui ci siamo trovati bene sia in Nuova Zelanda che Thailandia per quasi tre mesi totali. Due amici avevano lo stesso zaino e lo hanno usato 6 mesi in Australia. Gli altri non li conosco, se riesci vai a vederli in negozio magari e decidi. Io preferisco meno spazio per portare meno cose ed essere più leggera. In generale non c’è differenza tra fare la valigia per 1 mese che per 2 anni se ci pensi; comunque butterai vestiti e ne comprerei altri a seconda di cosa ti serve. Basta arrotolare tutto e non avrai problemi 😉

  • Sara ha detto:

    Ciao, blog bellissimo e sicuramente utile! Sono una giovane ragazza appassionata di viaggi e tra tre settimane partirò per il mio primo viaggio zaino in spalla per l’India. Starò la 50 giorni ma 30 li passerò a fare volontariato. Contando che molte cose le comprerò la e probabilmente ne dovrò portare a casa altrettante e che all’andata dovrò portare tanti vestiti/materiale scolastico/giochi come donazione, che zaini mi consiglieresti? Il mio biglietto prevede un bagaglio a mano di 8 kg e uno da stiva da 23 kg, quindi pensavo di prenderne 2: uno come bagaglio a mano che poi utilizzerò anche nelle varie escursioni e l’altro da poter lasciare in ostello.
    Sono alta 1.75 kg, ma sono piuttosto allenata e abituata a pesi.
    Grazie in anticipo!

    • La Vale ha detto:

      Ciao Sara! Io farei così, partirei con un 55 Litri come l’Osprey che consigliamo taglia S/M o comunque uno zaino non di più di 60 litri.. Visto che hai bagaglio da stiva lo imbarcherei e a mano porterei un borsone di quelli leggeri che diventano piccoli tipo questo per mettere le cose in più che eventualmente non ci stanno. Comunque appena arrivi svuoterai tutto e lo riempirai di cose da portare a casa al ritorno immagino.. Così rimani agile negli spostamenti..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *