Come il viaggio ha cambiato la mia vita e questo blog

Il 30 Novembre del 2014, davo le dimissioni al lavoro per partire per il viaggio che pensavo avrebbe cambiato la mia vita per sempre.  In questo anniversario quindi mi sono trovata a pensare a quanto e come la mia vita sia realmente cambiata con il viaggio in Australia, e la verità è che è cambiato tutto..

Ho lasciato il mio lavoro per una vita senza nessuna certezza economica che ancora oggi mi spaventa, sono passata dal vivere in un attico nel centro di Barcellona con vista a vendere tutto e trasferirmi in un van per 8 mesi. Le mie paure si sono trasformate in forza e voglia di esplorare, i miei pregiudizi stanno poco a poco scomparendo, ed in ogni posto che ho visitato mi sono sentita a casa.

Ed è proprio questo il grosso impatto che ha avuto per me questo viaggio. Ho realizzato finalmente che il mondo, tutto il mondo è la mia casa.

E come succede quando hai una casa nuova, inizi a sviluppare un’ossessione maniacale per prendertene cura, cerchi di tenerla pulita e in ordine. Cominci ad esserne estremamente orgoglioso e volerla mostrare a tutti, ed è questo che facciamo con questo blog e con le foto e i video che pubblichiamo. Siamo orgogliosi del mondo in cui viviamo e moriamo dalla voglia di farvelo conoscere!

Quando mi sono resa conto che il mondo è la mia casa

tartarughe-marineE’ strano da dire e se ci ripenso molto comico, ma c’è un momento preciso in cui mi sono resa conto che non solo il mondo è la mia casa, ma che dentro di me esiste un bisogno maniacale di difenderla. Quel momento preciso è stato durante il tour nella Grande Barriera Corallina.

Immaginate 20 persone che stanno facendo snorkelling in mezzo all’oceano sulla Grande Barriera Corallina, la guida si ferma sopra una zona dei coralli chiamata Nursery grazie alla forma dei coralli talmente intricata che sembra una foresta magica che protegge milioni di pesci. La marea è bassa, l’istruttore con le pinne comincia a decapitare qualche corallo, un ragazzo stanco di nuotare si appoggia con i piedi alla barriera, io non riesco a muovermi, dietro di me ho un corallo gigante che esce dall’acqua, davanti persone e rischio di toccare i coralli. E li è scattato qualcosa dentro di me, una rabbia fortissima..

La mia reazione è stata forse troppo, ho sbraitato contro il ragazzo adagiato sui coralli e con l’istruttore, dicendo che dovevamo spostarci subito perché stavamo danneggiando i coralli. Purtroppo mi rendo conto sempre toppo tardi che le cose andrebbero dette con calma ed in un certo modo, ma questo è un difetto che nulla potrà mai cambiare 😉

20 persone mi hanno guardato sbigottita, l’istruttore mi ha dato “della stressata” e Pedro è sgattaiolato via facendo finta di non conoscermi.. Ma sapete una cosa? Non mi importa, ho visto la mia casa in pericolo e l’ho protetta.

L’impatto ambientale che ha l’uomo su uno degli organismi viventi più straordinario ed essenziale per la nostra sopravvivenza sulla terra può essere devastante e irreversibile, e questo è inconfutabile, come che il fatto che io sia una stressata cronica 🙂

Cos’è cambiato con il viaggio in Australia

wallaby-australiaIn Australia vivono più di 370 specie di mammiferi, 800 specie di uccelli, 4000 specie di pesci, 5 delle 7 specie di tartarughe marine,  300 specie di lizard, 140 specie di serpenti, due specie di coccodrilli e 50 varietà di mammiferi marini. L’80% percento di piante e animali è unico al mondo e si trova solo qui, come i koala, il dingo, l’ornitorinco e il wallaby.

Il viaggio on the road in questa incredibile terra per 20.000 km, ci ha permesso di vivere in simbiosi con la natura: abbiamo dormito nel deserto, nella foresta pluviale, cullati dalle onde dell’oceano e in compagnia di animali di qualsiasi tipo. I serpenti ci hanno attraversato il cammino in un paio di occasioni, i dingo ci hanno dato la buonanotte al Karijini, gli opossum ci hanno fatto sempre ridere, nemo e il suo cast completo ci ha stregato nella Grande Barriera Corallina, le balene ci hanno strabiliato, e un huntsman ci ha fatto c…e addosso quando ha deciso di trasferirsi nel nostro van senza preavviso!

Il viaggio in Australia ci ha mostrato che il mondo è la nostra casa e dobbiamo averne cura.

Come cambierà Buongiornoworld

uluruQuesto blog nasce dalla voglia di mostrare le straordinarie bellezze che vediamo ogni giorno tramite foto e video, cercando di ispirare con i nostri viaggi i lettori, ma allo stesso tempo fornire guide dettagliate e utili per tutte le destinazioni che visitiamo.

Tutti i viaggi e le avventure riportate su Buongiorno World saranno svolti quanto più possibile nel rispetto dell’ambiente e indirizzati alla promozione di viaggi responsabili.

Quindi se siete amante degli zoo, di cavalcate su elefanti, di templi dove potete accarezzare tigri incatenate siete andati all’Uluru e lo avete scalato incuranti di cosa pensino i suoi antichi proprietari e custodi al riguardo.. su questo sito non troverete probabilmente le informazioni che vi servono.. Se invece siete curiosi di scoprire come noi come fare la differenza nel nostro piccolo e capire cosa sia il turismo responsabile, allora siete nel posto giusto e potete cominciare la vostra avventura da qui..

2 commenti riguardo “Come il viaggio ha cambiato la mia vita e questo blog”

  • Gianluigi ha detto:

    Ciao,complimenti per la vostra splendida avventura,grazie per averla condivisa in maniera utile e intelligente.è una filosofia di viaggio che mi trova pienamente in accordo…tutto qua,bravi

    • La Vale ha detto:

      Ciao Gianluigi, grazie a te per questo splendido commento! Sono complimenti come il tuo che ci spingono ad andare avanti. Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *